Serie A: record di 2

Sono addirittura 8 le vittorie esterne nella 36esima giornata: non era mai successo nella storia del nostro campionato

La 36esima giornata rimarrà nella memoria degli amanti delle scommesse per il record di “2”: mai infatti erano stati centrati tanti colpi esterni. Sono addirittura 8 le vittorie in trasferta nell’ultimo turno infrasettimanale della stagione, un dato che disintegra i precedenti numeri che fissavano a 6 il tetto massimo di successi corsari in una singola giornata. Le uniche a difendere, parzialmente, il fattore campo sono Torino e Sampdoria, protagoniste di due pareggi contro Genoa e Catania. Per i blucerchiati (1-1 sancito da De Silvestri e Spolli), è un punto che materializza la salvezza come lo 0-0 tra granata e rossoblù che ne semplifica la corsa per evitare la retrocessione, nonostante le due tifoserie saldino il gemellaggio con un coro di fischi per entrambe le squadre, protagoniste di una partita tutt’altro che combattuta. Se non altro, è servito a chi ha seguito i consigli della nostra redazione sull’“Under”.

Decisamente più sofferto il successo dell’Udinese sul Palermo che aveva trovato il 2-2 a 9′ dalla fine grazie al primo gol stagionale di Hernandez, reso inutile dalla rete del nuovo sorpasso friuliano firmata da Benatia appena 120 secondi più tardi. L’ultimo sforzo dei rosanero non evita il finale in lacrime di Miccoli, ora distanti 4 punti dal Genoa e con solo due gare a disposizione. Sorride Cavani, invece, che ha segnato il 102° gol con la maglia del Napoli nel 3-0 al Bologna (“Over” preannunciato dalla nostra redazione nei consigli sulla Serie A) che ha permesso a Mazzarri di blindare il 2° posto che vale l’accesso diretto alla prossima Champions League. Competizione nella quale, al momento, non potrà esibirsi la Fiorentina che ha vinto il derby col Siena grazie al gol di Gonzalo Rodriguez in avvio ma è rimasta alla stessa distanza dal Milan, che alle 18 ha espugnato senza troppi problemi il Pescara con la doppietta di Balotelli e le reti di Flamini e Muntari.

Dopo 14 anni, invece, l’Inter non parteciperà ad alcuna coppa europea nella prossima stagione. A rendere definitivo il verdetto è stato il successo per 3-1 (quindi “Goal”, altro centro nei consigli di giornata) della Lazio in una gara in cui è successo di tutto partendo dall’autogol di Ranocchia, l’ennesimo infortunio di un interista (Jonathan, il malcapitato di turno), un rigore sbagliato da Alvarez, il primo gol di Onazi in Serie A con un destro terrificante da 30 metri. Infine, vince ancora la Juventus, nonostante il titolo già conquistato, confermando le previsioni sull’“X2” proposto dalla redazione de Il Domani dello Sport/TS e avvicinandosi al record di punti di Capello che chiuse a 92 punti. Per agganciarlo, Conte dovrà vincere le ultime due partite di campionato. L’ultimo segno “2” del turno è quello materializzatosi a Cagliari, dove il Parma si è preso i 3 punti nel finale grazie ad un gol di Rosi.

Ricorda di giocare nei siti di scommesse legali per non avere problemi di alcun genere

I risultati della giornata:

Bologna-Napoli 0-3
Palermo-Udinese 2-3
Cagliari-Parma 0-1
Torino-Genoa 0-0
Siena-Fiorentina 0-1
Inter-Lazio 1-3
Atalanta-Juventus 0-1
Sampdoria-Catania 1-1
Pescara-Milan 0-4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *